codice deontologico Ordine Psicologi Piemonte
codice deontologico Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica

Glossario

Il Consulente Sessuale è una figura sanitaria che ha contratto una formazione specifica di 200 ore nell’arco di due anni , di cui 100 ore di lezioni teoriche e 100 di formazione ( auto centrato, approccio corporeo, lettura, discussione casi) , per trattare i problemi della sessualità, ha competenze di colloquio e può fare una diagnosi corretta e dare delle indicazioni utili.
La consulenza sessuologica necessita di conoscenze specifiche in campi quali la medicina, psicologia, fisiologia, sociologia, diritto, antropologia, filosofia, pedagogia ecc..
La consulenza in sessuologica può richiedere dai 4 ai 10 incontri individuali/di coppia. Si svolge con il colloquio e prevede delle indicazioni di comportamento che facilitano la ripresa della sessualità. www.sssc.torino.it

Il Sessuologo Clinico è uno psicologo o un medico, iscritto al rispettivo albo professionale, che ha svolto una formazione sessuologica, successiva al Consulente Sessuale di altrettante 200 ore nell’arco di due anni, al fine di avere una competenza specifica per trattare i problemi sessuali individuali e di coppia. I problemi possono essere di maggiore complessità e richiedere più colloqui per meglio comprendere ed agire sulle componenti intrapsichiche e relazionali, con un intervento terapeutico integrato al fine di consentire il recupero della salute sessuale. www.sssc.torino.it

Il pedagogista è uno specialista di processi educativi e formativi (ricerca e applicazione)
Il pedagogista è un professionista dotato di una formazione multidisciplinare, che solitamente comprende la pedagogia stessa, la psicologia, l'antropologia, la sociologia, la filosofia. Il pedagogista si può occupare della gestione di attività di orientamento scolastico e professionale, di direzione, supervisione, progettazione, coordinamento, attuazione di progetti per la formazione professionale, l'aggiornamento, la qualificazione, la riqualificazione e la selezione del personale nell'ambito di enti, istituzioni, imprese pubbliche e private, e le attività di sperimentazione, di ricerca, di didattica, di formazione e di verifica. Potrà esercitare la sua azione in agenzie educative, in strutture pubbliche e private che si occupano, dall'infanzia all'età adulta, di persone con profondi bisogni specifici. In particolare è in grado di assumere ruoli molto qualificati nell'ambito della consulenza, supervisione, formazione, direzione, coordinamento, progettazione nelle seguenti aree:

area sanitaria: progetti di educazione alla salute e sessuali ed emozionali, maternità, bulimia e anoressia, per le mansioni riferite alla consulenza pedagogica;

area socio-educativa e socio-assistenziale: centri socio-educativi, centri occupazionali diurni, centri di accoglienza per disabili, asili nido, cooperative di lavoro deputate all'accoglienza delle persone con disabilità, oratori, ludoteche, centri di aggregazione giovanile, consultori, centri per le famiglie, servizi di sostegno alle famiglie, servizi di mediazione familiare, comunità residenziali per disabili, comunità residenziali per minori, servizi per minori stranieri, servizi di operatori di strada, servizi socio-culturali, informa giovani, servizi socio-educativi degli enti locali, servizi per la tutela dei diritti dell'infanzia, servizi di volontariato e cooperative sociali; centri di recupero per tossicodipendenti; servizi educativi in carcere; telefoni rosa e azzurri e centri per la violenza su donne e su minori servizi per l'inserimento lavorativo mirato per soggetti disabili o problematici; per le mansioni riferite alla consulenza pedagogica e alla progettazione

area scolastica: servizi di consulenza pedagogica nei CIC nelle scuole comunali e provinciali, coordinamento pedagogico speciale nelle Scuole dell'infanzia, progetti di intervento speciale per soggetti disabili, progetti di prevenzione del disagio sociale, della dispersione scolastica, del bullismo, servizi per l'orientamento, servizi di dopo-scuola e attività educative extrascolastiche, centri di formazione professionale; e come insegnanti nei licei e negli istituti tecnici di filosofia psicologia e scienze dell’educazione nella 36/A e Filosofia e Storia 37/A.

area giuridica: affido, adozione, situazioni di abuso e maltrattamento di minori, criminalità minorile, nuove dipendenze.(nei tribunali ordinari come CTU e CTP e tribunali minorili e di sorveglianza come giudice onorario non togato).

area privata: il pedagogista può trovare collocazione, in qualità di dipendente o libero professionista aprirsi uno studio privato o studio associato con colleghi: pedagogisti, avvocati, psicologi, filosofi, sociologi, medici, assistenti sociali specializzati, antropologi. Il pedagogista può, inoltre, operare in qualità di libero professionista in tutti i settori previsti dal ruolo.

L'esercizio della professione comprende l'uso di strumenti conoscitivi, metodologici e di intervento per la prevenzione, la valutazione e il trattamento dei disagi manifestati dalle persone nei processi di apprendimento e/o formazione-educazione

Pagine in aggiornamento e completamento, ci scusiamo per eventuali omissioni

 

Ordine Psicologi del Piemonte N° 5101 - P.Iva 09819170011 privacy